Coronavirus bambini

Coronavirus e la paura nei bambini

Un dialogo tra padre e figlio: calma, la paura è una scelta

Una finta parte di me: “Ecco è la fine! Ho paura, morirò! Nooooooo… Snif snif…”
Io: “Caspita tutto ok? È per il Coronavirus? L’hai preso?”
Altro me: “No, lasciami stare. Nessun virus. Ma morirò comunque…”
Io: “Ma allora stai male? Successo qualcosa?”
Altro me: “No, va tutto bene e sto benissimo. Morirò…”
Io: “Non capisco. Stai bene, va tutto bene, ma ti disperi che morirai… Perché? Non ha senso sta cosa”
Altro me: “È inevitabile morire. È da quando sono piccolo che piango perché sicuramente morirò…”

Come dare torto all’altra parte di me che recita?
Effettivamente l’unica cosa certa, fin dalla nascita è la morte di questo corpo e la cosa assurda è che non sappiamo nemmeno quando. Eppure cresciamo e ci comportiamo come se fossimo immortali. Poi appena arriva una calamità incontrollabile sale la paura. Un improvviso senso di terrore e di paura. Panico.

Ma perché sta cosa?

Sono tornato da poco da un viaggio (non dirò dove, né perché, né esattamente quando). Al mio ritorno, soffermandomi a leggere i principali canali di informazione vedo che siamo in mezzo ad una pandemia, un disastro, panico e morte ovunque. I giorni seguenti ho avuto un paio di linee di febbre, non di più e mio figlio ha iniziato a dirmi che avevo preso il Coronavirus e che presto sarei morto.

“Vedi Spiderman. Gli eventi, i fatti, si possono sempre prendere in diversi modi e possiamo sempre discriminare quello che ci viene detto senza assimilare come spugne ottuse tutte le informazioni che ci arrivano. Probabilmente questo virus è veramente contagioso e non va sottovalutato, anzi è meglio seguire le misure che ci vengono indicate. Ma in qualsiasi caso, Spiderman, ti dovresti disperare ogni istante della tua vita e per ogni motivo, perché tuo papà potrebbe morire in qualsiasi momento. Ma così non è, e io sono spesso felice, a volte mi arrabbio, ma mantengo sempre la testa alta e ottimista. La paura è una scelta. (leggi anche #tuttoandràbene)

L’emozione della paura esiste. Esiste per metterci sull’attenti e indicarci situazioni e luoghi pericolosi, ma tutto quello che noi ci ricamiamo sopra è pura fantasia. Ora chi sei? Dove sei? Sei tu, qui e ora. Le sfide vanno affrontate con mente lucida e concentrata quando vengono proposte senza l’ansia del risultato o la paura del fallimento. Fai il meglio che puoi rispettando al massimo tutti e te stesso. Se ti credi piccolo e pauroso, sarai piccolo e pauroso. Se ti credi forte e coraggioso, sarai forte e coraggioso.

Coronavirus e i bambini coraggiosi

La paura, il panico traggono energia da previsioni future. Ma il futuro è incerto e incalcolabile. Quindi, Spiderman, mantieni sempre una mente serena, perché la felicità esiste, quando tu sei felice e non c’è nulla di cui preoccuparsi”.

C’è un bellissimo film che basa tutta la sua storia su questo concetto. After Earth si chiama. Tutto basato sul rapporto tra padre e figlio. Il ragazzo si ritrova a dover affrontare pericoli mortali da solo, sapendo che se si farà prendere dal panico e dalla paura non solo morirà lui, ma anche suo padre. Vi consiglio di guardarlo.

Siamo abituati a vivere in un mondo di distrazioni e di superficialità.

Questo Coronavirus, questa calamità che stiamo vivendo ci sta insegnando a discriminare e ad analizzare quello che ci viene detto. La nostra società è piena di esseri poco carini, che manipolano qualsiasi cosa per il loro tornaconto personale. Dobbiamo imparare a smetterla di essere distratti. Via gli occhi dal cellulare, basta leggere l’informazione spazzatura. Pensiamo con la nostra testa e volgiamo lo sguardo dentro di noi.

Siamo in mezzo alla paura e al panico. Noi siamo luce e felicità. Dove si va allora? Dentro. Si va dentro.

Si calma la mente e si assapora il silenzio che permea ognuno di noi. Questo è un virus contagioso. Questo silenzio, questa presa di coscienza, non il Coronavirus. Più scopriamo di essere pieni di pace, di silenzio e di felicità, più anche i nostri cari lo scopriranno e in un lampo, avremo contagiato l’intero paese, città, regione, Italia. Quando siamo arrabbiati e tristi, ogni cosa è triste e grigia. Quando siamo felici, ogni cosa è perfetta.

Un giorno, una persona mi ha chiesto: “Come educhi i tuoi figli? Come li cresci?”
Io ho risposto: “Li cresco facendo capire loro che sono perfetti così come sono. Sono forti e intelligenti. Li cresco insegnando loro con le mie azioni e i miei pensieri, di portare rispetto a tutti, a tutto e a se stessi. Di aiutare sempre il prossimo e di dare il meglio in ogni situazione, anche se poi sarà un fallimento. Di non illudersi nelle aspettative o di non disperarsi dalla paura infondata”.

Ogni tanto, quando vedo mio figlio agitato o preoccupato gli dico sempre quello che Socrate diceva a Dan Millman nel libro “La via del guerriero di Pace“:
Socrate: “Dove sei Dan?”
Dan: “Qui”
Socrate: “Che ora è?”
Dan: “Adesso”
Socrate: “Che cosa sei?”
Dan: “Questo momento”

Quindi tranquilli. Stiamo vivendo delle difficoltà, non c’è dubbio. Non sappiamo come andranno le cose, ma possiamo solo scegliere come mantenere la nostra mente in questo caos. Ci vogliono instillare la paura (non entro in discorsi economico-politici), anche solo per abitudine. Perché l’informazione vive di queste emozioni facili e banali. Non crediamoci. Scegliamo di rimanere felici e sereni. Molti di noi non hanno ancora incontrato il Coronavirus, quindi hanno la responsabilità di aiutare gli altri spargendo calma e serenità, soprattutto verso i propri figli. Nelle situazioni difficili è “difficile” rimanere calmi e sereni, ma possiamo allenare la nostra mente fin da subito a capire questo e forse poi, proprio nel momento del bisogno, se ne ricorderà e allora tutto sarà più semplice. I nostri figli sono il futuro prossimo, mostriamogli come vivere. Molti dei nostri bimbi stanno solo imparando a stare su youtube. È tempo di cambiare.

Ora, per concludere, vi invito a leggere questi libri. Vi prego, leggeteli. Saranno libri che daranno una svolta alla vostra vita, ne sono certo, anzi, sicuro. Dovendo rimanere a casa, spegnete la tv e ricordatevi che voi siete la base della felicità, immergetevi in queste letture. Tutto sarà più leggero e luminoso.
Un forte abbraccio e buona continuazione.

La Via del Guerriero di Pace
Un libro che cambia la vita

Voto medio su 31 recensioni: Da non perdere

€ 13,90
L'essenza dei Quattro Accordi
Un libro di saggezza tolteca

Voto medio su 11 recensioni: Da non perdere

€ 5,40
Bhagavad Gita
€ 13,90

Li trovi anche nel sito della casa editrice senza spese di spedizione:

Condividi

Scritto da

Scrivi una risposta

Your email address will not be published. Required fields are marked *